TREND TOPIC. PARQUET PER CAMPER: QUANDO IL COMFORT CORRE SU QUATTRO RUOTE (SOGNANDO WILL SMITH)

Oggi parliamo di pavimenti di legno viaggianti: prossimi alle vacanze, vogliamo spendere qualche parola a proposito di parquet per camper, roulotte e caravan.

Avviso per i naviganti: in questo post utilizzeremo indistintamente i termini caravan, camper e roulotte, ben consci che sussistano differenze. Parleremo di arredo e di parquet, proponendo qualche spunto sia per coloro che viaggiano su un autoveicolo (camper) sia per coloro che posseggono un rimorchio (roulotte).

Parquet per camper, è il momento di un restyling

Negli ultimi anni, la produzione di camper ha fatto segnare incrementi a doppia cifra. Segno, questo, di una domanda in aumento: saranno oltre un milione e mezzo i turisti in viaggio quest’estate con il camper in Italia. Flessibilità, libertà, autonomia sono le caratteristiche più apprezzate di questo genere di vacanza. Una passione che, dopo il boom degli anni Cinquanta, non è mai venuta meno, tanto da far registrate una nuova primavera a partire dal 2017. Va ammesso, però, che dal punto di vista estetico questi mezzi lasciano qualcosa a desiderare: certo, ci sono quei modelli un po’ di vintage un po’ bohémien stile anni Sessanta/Settanta, talmente belli da sembrare usciti da un film, ma non sono certo i più diffusi. La buona notizia è che, con qualche accorgimento, è possibile trasformare il nostro caravan da anonimo a stiloso, accogliente e pieno di luce. Quindici, venti metri quadrati viaggianti all’insegna delle nuove tendenze in materia di arredo e design.

PARQUET PER CAMPER: ISOLANTE E CONFORTEVOLE

Da dove partire? Dal pavimento, ovviamente. Un nuovo pavimento, curato ed elegante, può cambiare completamente il colpo d’occhio. Perché poi, va ricordato, la pavimentazione per il camper è estremamente importante: in estate per evitare l’effetto forno, in inverno per scongiurare l’effetto igloo. Una pavimentazione adeguata, infatti, isola termicamente il mezzo. E qual è il miglior isolante? Ovviamente, il legno. Il parquet per camper isola gli interni, rendendo il camper perfetto anche per i viaggi invernali o per le destinazioni con temperature rigide. Isolante e facilmente pulibile: è questo un altro vantaggio del parquet per camper. Una pavimentazione in legno consente di essere pulita facilmente e velocemente. Con il legno, niente acari né allergeni, alleati, invece, della moquette (un tempo gettonata per la pavimentazione di caravan). E poi, considerato che anche l’occhio vuole la sua parte, un camper con parquet è oggettivamente bello, oltre che confortevole (e si può camminare scalzi, aspetto da non sottovalutare, soprattutto se si hanno piccoli viaggiatori al seguito).

POSA FLOTTANTE ED ESSENZA RESISTENTE: COME TI REALIZZO UN PARQUET PER CAMPER

Vita da camper, viaggiare in libertà

Listoni di dimensioni variabili composti da uno strato di legno nobile e altri strati di legno povero: è il parquet prefinito, semplice da installare e quindi adatto a un camper. Ovviamente, non essendo un’abitazione, non è possibile optare per la posa inchiodata: la posa maggiormente impiegata per i parquet per camper è la posa flottante senza l’utilizzo di colla. La posa flottante, specifica per questo genere di impieghi, incastra tutti gli elementi gli uni agli altri. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la posa flottante – semplice da montare – è stabile e il parquet non si muove. E per quello che riguarda l’essenza? L’importante è optare per essenze in grado di resistere all’umidità. In linea di massima, sì a rovere, teak, iroko e castagno.

THE HEAT, IL CAMPER DI WILL SMITH, DUE PIANI PER 360 METRI QUADRATI

The Heat, il caravan extralusso di Will Smith © Anderson Mobile Estates

È di parquet anche il pavimento del camper di Will Smith, uno dei più lussuosi al mondo. Soprannominato “The Heat”, è lungo 16 metri e si sviluppa su due livelli, per una superficie interna di 360 metri quadrati. A bordo, tutti i comfort di un hotel a 5 stelle, oltre a uno studio di registrazione, una sala cinema, svariati uffici per l’attore e per i suoi collaboratori. Costo totale? Arredi e finiture incluse, si parla di qualcosa come 2 milioni e mezzo di euro. Per gli amanti del genere – che se lo possono permettere –, è possibile affittarlo: per calpestare il suo prezioso parquet per camper, il prezzo è di circa 9 mila euro la settimana.