Boiserie moderna e parquet

Quando si pensa alla boiserie, di solito la mente va agli antichi palazzi, al lusso dei grandi saloni e a decorazioni tanto intricate quanto costose. In realtà negli ultimi anni si è visto in grande ritorno di questo tipo di decorazione: la boiserie moderna si adatta perfettamente agli interni dal gusto contemporaneo, e si sposa bene anche con il parquet.

Cosa vuol dire boiserie?

Boiserie moderna e parquet: che cos'è la boiserie?

La boiserie (che si pronuncia più o meno buazrì) è una decorazione che si basa sulla copertura delle pareti con pannelli in legno. Lo stesso termine deriva proprio da questo materiale, che in francese si chiama bois.
In realtà esistono anche boiserie realizzate con altri materiali — gesso, stucco, ceramica, metallo, polistirolo — ma il legno resta il materiale principale.
I pannelli possono essere lisci oppure intarsiati, pantografati, incisi o intagliati.

Questa tecnica decorativa serve per arredare con eleganza un ambiente e donare personalità e carattere a pareti spoglie oppure per proteggere le pareti in uffici, luoghi commerciali ad alto traffico o camere d’albergo.

Breve storia della boiserie: prima della forma, la funzione

La moda della boiserie dalla Francia del ‘600 agli inizi del ‘900

Questo tipo di lavorazione è molto antico. Il suo utilizzo originario, tuttavia, si basava solo in seconda battuta sulle qualità decorative. La funzione primaria, infatti, era quella di isolare termicamente ambienti altrimenti gelidi e pieni di infiltrazioni d’aria quali erano i castelli e i palazzi medievali.
Inizialmente usata soprattutto nelle corti delle regioni più fredde, e principalmente negli spazi privati dei nobili e dei regnanti, intorno al XIV secolo diventò una moda in tutto il resto dell’Europa.

Le pareti in legno iniziarono a essere sempre più decorate ed elaborate, adoperate anche nelle sale di rappresentanza, sia per la loro funzione di abbellimento sia perché il rivestimento il legno riusciva a ridurre la eco che si produceva negli enormi saloni dei palazzi.

La moda della boiserie dalla Francia del ‘600 agli inizi del ‘900

La moda della boiserie dalla Francia del ‘600 agli inizi del ‘900

La boiserie divenne molto popolare in Francia nel XVII e XVIII secolo. Alla Reggia di Versailles se ne possono vedere degli straordinari esempi. Nel paese del Re Sole, si arrivò a toccare vertici di ricchezza e complessità, con veri e propri dipinti incastonati.

Nell’Inghilterra protestante del ‘700, invece, la boiserie prese una strada completamente diversa. Accantonate le frivolezze, i fregi e l’esuberanza decorativa francese, si preferì uno stile più sobrio e semplice, caratterizzato soprattutto da pannelli in mogano con venature scure e lucenti.

Con il passare del tempo e con l’alternarsi delle mode, gli stili diventarono sempre più eclettici, differendo in base alle sensibilità, agli usi e agli ambienti. Toni scuri per le biblioteche, estetiche più semplici per la sala da pranzo e vezzose e decorate per camere private o salotti.
A fine ‘800 e inizio ‘900, con il diffondersi dello stile Liberty, l’ispirazione arrivò dalla natura e dai colori chiari ma — vista la complessità che raggiungeva la lavorazione dei pannelli — questo tipo di decorazione era destinata perlopiù a ristoranti o luoghi pubblici.

I materiali della boiserie moderna

Boiserie con stucchi

Visti i tanti materiali e le tecniche di lavorazione a disposizione, oggi è possibile trovare un’infinità di varianti tra le quali scegliere. Ce ne sono per tutti i gusti, i contesti e gli stili di arredamento.
È possibile vedere boiserie in camera da letto, in bagno, in salotto, in cucina, in studio. Se ne trovano di semplicissime, lisce e senza decorazioni, oppure di iper-complesse, ultramoderne, multimateriale. Possono estendersi dal soffitto fino al pavimento oppure ricoprire parte della parete. È anche possibile attrezzarle con mensole o ripiani di diverso tipo.

Come già accennato, oltre al legno si trovano anche altri materiali:

  • gesso, stucco e polistirolo: sono decisamente più versatili, leggere ed economiche. Danno la possibilità di creare decorazioni a sbalzo sui pannelli. Si possono trovare online o nei negozi specializzati nel fai-da-te. Per l’applicazione si può richiedere l’aiuto di un professionista che taglierà su misura, incollerà e dipingerà i pannelli con il colore richiesto. Oltre ai pannelli esistono anche colonnine, fregi, battiscopa e rosoni;
  • metallo: possono essere in acciaio, rame, ottone brunito e ferro nero. Di solito vengono usate per rivestire pilastri ed aree alta frequentazione come l’androne di un palazzo o un ufficio commerciale. Ma se ne trovano anche per gli ambienti domestici.

La boiserie moderna nell’arredamento contemporaneo

Boiserie moderna

Oltre a dare all’ambiente un’atmosfera più calda e ricercata, la boiserie disegna prospettive e crea illusioni ottiche. Inoltre è molto utile nel caso si debbano far passare dei cavi o impianti: l’intercapedine che si crea tra il pannello e la parete rende più facile e pratico il lavoro.
Se si predilige uno stile semplice e minimale si può optare per pannellature lisce, di solito in legno naturale, che poi può essere dipinto e personalizzato. Questo tipo di scelta permette di dare calore all’ambiente.

Se si vuole giocare con dinamicità e ripetizione ci sono le boiserie a doghe. Gli elementi — che possono variare per dimensione, spessore e profondità, così da creare movimento — si possono posizionare sia orizzontalmente (per “dilatare” gli spazi) che verticalmente (uso più comune).

Se si deve ristrutturare un ambiente storico di solito si ricorre alla boiserie pantografata con disegni classici. Questo tipo di decorazioni sono di solito molto elaborate e di norma sono sconsigliate in un ambiente moderno e contemporaneo.

La boiserie moderna abbinata al parquet

Boiserie moderna e parquet

Boiserie e parquet, quindi legno + legno: l’effetto “baita” è sempre in agguato.
Eppure, studiando bene gli abbinamenti, gli arredi, i colori e gli spazi, è possibile ottenere risultati eccellenti a livello di impatto scenografico.

La stessa boiserie può benissimo essere realizzata con le medesime tavole del parquet, dando così continuità al pavimento e andando a ottenere un effetto “avvolgente”.
Giocando sui contrasti cromatici tra pavimento, pannelli e pareti, e sui diversi “disegni” del legno, si riesce ad avere infinite potenziali combinazioni, che vanno da un sapore più vintage sino all’ultra-contemporaneo.

Il colore della boiserie

Boiserie moderna e parquet

Non c’è una regola fissa per scegliere il colore più adatto. Tutto dipende dall’ambiente che si decide di arredare. Tendenzialmente si scelgono colori chiari, dalle tonalità indifferentemente calde o fredde.

La boiserie dalle cromie neutre — bianca, grigia, beige, crema o tortora — è oggi tra le più comuni, perché si adatta ad ogni spazio della casa. Utilizzare il bianco significa dar luminosità alla stanza e l’illusione che gli spazi siano più grandi.
In abbinamento a un parquet scuro, ad esempio, si può sfruttare il contrasto con una boiserie bianca per dare all’insieme una luminosa eleganza.

Nessuno però vieta di lanciarsi in colori più forti e decisi come il blu scuro, il verde o il petrolio, magari aggiungendo particolari dorati o argentati alle modanature, in base al proprio gusto personale, oppure virare sulle tonalità pastello per creare un ambiente delicato e dall’atmosfera sospesa.

La boiserie nei diversi ambienti della casa

Boiserie in bagno

Solitamente utilizzata per gli spazi di rappresentanza, per dare un tocco di originalità, eleganza o ricercata linearità a un salotto o a una sala da pranzo, in realtà si presta perfettamente anche per l’uso negli altri ambienti.
Una boiserie in camera da letto, ad esempio, può sostituire una testiera e rendere lo spazio più accogliente.
La boiserie in bagno diventa invece un’alternativa alle piastrelle per dare, in base allo stile scelto, un sapore più nordico, uno più shabby chic oppure più classico. Molto utilizzata, per la toilette, è anche la boiserie in ceramica, bianca ma non solo.
In cucina, infine, può accentuare l’atmosfera più autentica di quello che è il vero cuore della casa, ma anche adattarsi agli arredi più moderni, con le nuove boiserie modulari, utilizzate anche per esporre oggetti e utensili.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Chiudi
Le tendenze per il decking e il giardino nel 2021