TIRI LIBERI, PARQUET DA SOGNO: L’ALQUERIA DEL BASKET DI VALENCIA

Si chiama Pavelló Municipal Font de San Lluís, meglio noto come La Fonteta: siamo a Valencia, costa orientale della Spagna. La Fonteta, costruita nel 1983, dal 1987 è la casa del Valencia Basket, squadra militante nella Liga ACB. Palazzetto di medie dimensioni – ha una capacità massima di 8.500 posti a sedere – nel corso degli anni ha anche ospitato la Ros Casares Valencia e il Valencia FS per le partite di calcio a 5. Ristrutturato nel 2016, nel 2017 è stata completamente rivalutata grazie alla nascita, proprio di fianco, dell’Alqueria del Basket, il più grande centro di pallacanestro per l’allenamento in Europa – e forse del mondo –, guardato con ammirazione anche da diverse franchigie NBA.

ALQUERIA CULLA DI TALENTI

Un incontro di basket femminile

Alqueria significa fattoria, cascina, ed effettivamente è nata con l’intenzione di diventare un centro di sviluppo del talento e formazione per tutte le categorie giovanili sia a livello maschile sia a livello femminile. Realizzato dallo studio valenciano ERRE Arquitectura, patrocinato dalla Fundación Valencia Basket 2000, è costato circa 18 milioni di euro: la spesa è stata totalmente coperta da Juan Roig, azionista di maggioranza del Valencia Basket che da oltre 30 anni supporta lo sport valenciano, presidente della nota catena di supermercati Mercadona. Nella foto, presa dal profilo Facebook dell’Alqueria, un incontro di basket femminile.

UNA CASA SPORTIVA PER 500 BAMBINI

I ragazzi dell’Alqueria della stagione 2018-2019

L’Alqueria si estende su una superficie di 15.000 metri quadrati e ospita 13 campi da basket, 9 indoor con parquet modernissimi, gli altri outdoor. Ognuno ha spogliatoi, palestra e area medica: all’Alqueria lavorano un centinaio di professionisti. Tutti i campi sono separati tra loro, garantendo così la possibilità di ospitare partite di pallacanestro a vari livelli – sia a livello di club, sia a livello nazionale – o sessioni di allenamento in contemporanea. Con la nascita di questa struttura, le 49 squadre giovanili – per un totale di oltre 500 bambini – che, fino a quel momento, si allenavano su tutto il territorio di Valencia, hanno finalmente trovato una casa. Nella foto del profilo Facebook dell’Alqueria, i ragazzi della stagione 2018/2019.

LA CULTURA DELLO SFORZO

Sergi Garcia, giocatore del Valencia, con la maglia su cui campeggia lo slogan

Formazione per atleti, certo, ma anche formazione per allenatori, con attività speciali di formazione continua per i coach. Nella struttura è presente anche un’area studio, per consentire ai giocatori di proseguire, contemporaneamente, sia nello sport, sia nello studio. Non per niente lo slogan della struttura è Cultura del Esfuerzo, cultura dello sforzo, messaggio che campeggia anche sulle magliette del Valencia Basket, che proprio nel campionato 2016/2017 vinse la sua prima, e al momento unica Liga Endesa, la liga spagnola, da sempre dominata da Real Madrid e Barcellona. Nella foto, presa dal profilo Facebook dell’Alqueria, Sergi Garcia, giocatore del Valencia, con la maglia su cui campeggia lo slogan.

L’INTERESSE DELLE FRANCHIGIE NBA

Il Junior NBA World Championship 2018 Europe Training Camp

L’Alqueria, fin da subito, ha destato l’interesse di tutti gli altri club spagnoli ed europei, e il suo nome è arrivato anche Oltreoceano, rendendo Valencia, di fatto, il punto di riferimento per il basket giovanile nel mondo. In questi primi due anni di vita, sono atterrati membri dei Philadelphia 76ers, Brooklyn Nets, San Antonio Spurs, Portland Trail Blazers e Cleveland Cavaliers. E proprio l’NBA all’Alqueria ha organizzato, la scorsa estate, il Junior NBA World Championship 2018 Europe Training Camp (nell’immagine, uno scatto del camp preso dal profilo Facebook dell’Alqueria), camp di 4 giorni per i ragazzi e le ragazze che avrebbero rappresentato l’Europa al primo Jr. NBA World Championship, il torneo mondiale di basket giovanile unico nel suo genere e dedicato ai migliori ragazzi e ragazze di 13 e 14 anni provenienti da tutto il mondo.